Nuove aziende e assunzioni successive all’installazione

L’ispettorato del Lavoro, in una recente nota n. 2572 del 14/04/2023, prende in esame alcune casistiche in tema di installazione di impianti di videosorveglianza, che possono verificarsi nelle aziende nuove o in quelle che intendono assumere dei lavoratori.  L’art. 4 della L. n 300/1970 si applica alle aziende in cui sono presenti lavoratori e l’Ispettorato del Lavoro può e deve intervenire solo in presenza di lavoratori, verificando che l’impianto corrisponda ai requisiti di legge al momento della presentazione dell’istanza.

  • La nuova azienda quando deve presentare richiesta di autorizzazione all’ITL.
  • Cosa deve fare l’azienda nel caso in cui esiste l’impianto e intende assumere dei lavoratori.
  • Deve chiedere l’autorizzazione all’Ispettorato?

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce risposta a tali dubbi analizzando le due diverse problematiche:

  • costituzione di una nuova azienda che al momento della presentazione dell’istanza, non ha in forza lavoratori, in quanto deve ancora completare i lavori nella sede in cui dovrà essere installato l’impianto, ma che prevede di avvalersi di personale non appena avviata l’attività. In tal caso sarà possibile presentare l’istanza per l’autorizzazione, che deve sempre precedere l’installazione dell’impianto, indicando nel modello di istanza il numero dei lavoratori che risulteranno in forza all’avvio dell’attività.

 

  • L’azienda, con impianto legittimamente installato e perfettamente funzionante in assenza di lavoratori e deve procedere ad assunzioni di personale, ricadendosi così nella sfera di applicazione delle tutele dell’art. 4 della L. n. 300/1970. In tale caso, pur avendo l’azienda già installato e messo in funzione l’impianto di videosorveglianza, seppure in assenza di lavoratori, potrà presentare istanza in un momento successivo ma dovrà produrre contestualmente attestazione che lo stesso impianto sarà disattivato non appena il personale sarà adibito al lavoro e che sarà messo nuovamente in funzione soltanto dopo l’eventuale provvedimento autorizzativo dell’Ispettorato del Lavoro.

Leggi anche:

Come predisporre l’informativa sul trattamento dati.
Multa per monitoraggio invasivo dei dipendenti